La Gloria dei Colori | CHI SONO
16657
page,page-id-16657,page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,ajax_leftright,page_not_loaded,,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive
 
ABOUT_LaGloriaDeiColori

GLORIA ROVERE. CHI È?

La Gloria dei Colori (e delle emozioni).

 

Non ci sarebbe altro modo per raccontare in un lampo Gloria Rovere.
Impossibile definirla in uno stereotipo è invece facilissimo “raccontarla” in un arcobaleno, perché il colore rappresenta di certo la più forte costante nella sua vita.
Una palette, si potrebbe dire, che parte dai toni caldi della sua terra natale, l’Argentina, che l’hanno accompagnata nella sua infanzia e le hanno insegnato la convivialità, l’accoglienza all’altro, il calore umano, come pure l’allegria, la spensieratezza e una libertà fuori dagli schemi; è con il tempo che la sua “mazzetta” si è declinata in toni diversi, che l’hanno accompagnata in viaggio, verso l’Italia, a scoprire un paese e una cultura diversi e a innamorarsi pure di quelli. E infine, una mescolanza di nuance sono quelle delle sperimentazioni continue su se stessa e sul capire “cosa sono”, che altra risposta non hanno trovato (almeno fin’ora) se non quella di essere e basta.
Se i colori di Gloria raccontano le mille emozioni e le espressioni della sua vita e della sua creatività, anche le “forme” della sua arte non sono da meno: nel suo portfolio di esperienze si spazia dalle illustrazioni per le preziosissime sete di Como ai disegni per bambini, dalla direzione creativa di un’agenzia pubblicitaria agli esperimenti nella moda con il design di borse e cappelli, e poi ancora una continua ricerca di “cose” da fare, da creare, da colorare.
I colori di Gloria non si fermano agli oggetti, ma vanno oltre, ed è così che in un approccio sempre originale, si appassiona anche alle persone e ai colori degli altri, raccontando le sue “persone” con i Ritratti Digitali, ovvero i volti e le storie che incontra nella sua vita quotidiana.
Eppure l’arcobaleno di Gloria non è mai completo, ogni giorno pare esserci qualche nuova tonalità da scoprire. Dopo varie vicissitudini creative e un percorso pieno di ostacoli, con questa idea nasce finalmente il contenitore che ha sognato per anni e che potrà essere la scatola in cui tenere tutte le sue magie: un marchio tutto suo, che si prefigge un solo serissimo obiettivo, quello di giocare.